Categorie
segnalazioni wordpress

WordPress dal 2003 ad oggi

Bluehost ha pubblicato una bella infografica sull’evoluzione di WordPress dall’anno delle sua prima release pubblica. Il lontano 2003.

A rileggere le features introdotte da versione a versione sembra passato davvero tantissimo tempo e la cosa sorprendente è che il livello di retrocompatibilità è altissimo anche con template vecchi di oltre 7 anni che continuano a girare senza problemi.

Il mio primo post è di quasi 10 anni fa, datato 26 maggio 2005, e ricordo ancora la vecchia procedura di installazione della versione 1.5.1.

Copiando in parte dalla infografica ho fatto un elenco (molto parziale) delle principali funzionalità introdotte di volta in volta.

  • Versione 1.2
    • RSS import
    • Thumbnail creation
    • Plugin support
    • Custom Fields
  • Versione 1.5
    • theme system
    • static page advancements
  • Versione 2.0
    • Persistent cache
    • New usuer rol system
    • New administration interface
  • Versione 2.1
    • Autosave
  • Versione 2.3
    • New Tax system
    • Speed optimization
  • Versione 2.5
    • Shortcode API
  • Versione 2.6
    • Gallery sorting capabilities
    • Press This bookmarklet
  • Versione 2.8
    • Build-in theme installar
    • Improved UI
    • Improved API
  • Versione 2.9
    • Image editing
    • Bulk plugin features
    • Trash/Undo features
    • Oembed visual support
    • Custom Post Type Support
  • Versione 3.0
    • Custom headers and backgound
    • Custom Menu
    • Simplified Taxonomy
  • Versione 3.1
    • Post Format
    • Admin Bar
  • Versione 3.4
    • Theme Customizer
  • Versione 3.5
    • New Media Manager
    • Build-in audio/video support
    • Enganced autosave
  • Versione 3.7
    • Automatic manteinance protocol
    • Enhanced password protocol
    • Improved search
  • Versione 3.8
    • Sidebar Widgets
  • Versione 3.9
    • Live widgets
    • Headers preview
  • Versione 4.0
    • Language select during Install
    • Media Embeds
  • Version 4.1
    • Drag and drop themes
  • Versione 4.2
    • Press This revamped
    • Customizer theme installer

Riferimenti: https://www.bluehost.com/

Categorie
plugins sviluppo wordpress

WordPress: cambiare il permalink della ricerca

Questo è un’altro degli snippets che uso normalmente sui template WordPress che mi chiedono di sviluppare.
Il primo pezzo (template_redirect) si occupa semplicemente di modificare il permalink base delle ricerca da “http://www.nomesito.com/?s=query” a “http://www.nomesito.com/search/query/“.

Con il secondo gestisco il caso in cui NON voglio che la keyword usata per la ricerca sia “search“.
Vado quidi a modificare la “search_base” ed a creare la regola di rewrite.
Ovviamente è necessario rigenerare i permalink in modo che la regola venga gestita correttamente.

Mark Jaquith aveva scritto anche un plugin ma oltre al fatto che non gestiva la modifica della “search_base” preferisco gestirlo via codice includendolo dimanicamente dentro functions.php

Categorie
sviluppo wordpress

WordPress: Area riservata

In molti casi è necessario riservare l’accesso ad alcuni contenuti solo agli utenti loggati e senza ricorre ad ulteriori plugin io solitamente implemento un template di pagina che verifica che l’utente corrente sia correttamente loggato.

Questo un veloce esempio:

I più attenti potrebbero dirmi che per una cosa del genere basterebbe impostare la visibilità della pagina come “privata” ma in questo modo abbiamo il vantaggio di poter personalizzare anche l’aspetto della pagina usando un menu ed una sidebar su misura per miglioare l’esperienza utente.

Lo stessa tecnica si può applicare anche ad interi CPT semplicemente eliminado la riga relativa al nome del template e modificando il nome del file in questo modo:

single-{nome_post_type}.php

Ricordatevi però che in questo modo i contenuti continueranno ad essere elencati sia negli archivi che nella ricerca di default di WordPress, sarebbe quindi oppurtuno preparare un contenuto di default anche per il campo riassunto (excerpt) e gestire i listing in modo opportuno.

Categorie
pensieri ... e parole segnalazioni

Avvistamento Mecha su Torino

Avevo visto alcune foto delle sue opere su Facebook, poi quest’anno a Torino Comics ho avuto modo di ammirarle in tutta la loro imponenza. Sono bellissime.

Sto parlando di Andrea Gatti, un disegnatore di torino che sta portando avanti un progetto personale in cui i protagosti sono i Robottoni degli anni 80 ambientati in un alcune città italiane contemporanee. (tra cui anche Torino)

Nella pagina di progetto “Mecha” troviamo scritto:

Immagini di più recente produzione in cui gli eroi robot di tanti anime giapponesi visti nell’infanzia, tornano in azione. Questo stile, molto pittorico, a tratti quasi approssimativo, è stato scelto per il piacere concesso da un tratto più libero per meglio coniugare i robot giganti in un contesto urbano e riconoscibile. Il riscontro dei molti appassionati del genere, ma non solo, è stato immediato.

Questa alcune anteprime dei suoi lavori:

Link bonus:
Non vi piacciano i Mecha e preferite le principesse?
Andate sul sito di Jirka Vinse Jonatan Väätäinen e date un’occhiata al suo progetto “Real Life Disney”