Categorie
featured sviluppo wordpress

WordPress 4.3 beta1

Ieri è stata rilasciata la prima beta del nuovo ciclo di sviluppo relativo a WordPress 4.3

Come al solito parecchie le novità:

  1. I menu posso essere gestiti anche tramite il customizer (se il template lo supporta). Ormai la tendenza è qualla di rendere modificabile ogni aspetto direttamente dell’anteprima del template. Per chi non avesse ancora avuto modo di provarlo anche lato codice e di itegrarlo nel proprio template posso dire che è molto semplice.
  2. Gestione integrata da admin della favicon
    Dal menu “impostazioni” e poi “generale” dopo titolo e motto troviamo la “site icon“.
    Questi i 3 link attualmente gestiti di default dall’hook generato con wp_head

    <link rel="icon" href="favicon-32x32.jpg" sizes="32x32" />
    <link rel="apple-touch-icon-precomposed" href="favicon-180x180.jpg">
    <meta name="msapplication-TileImage" content="favicon-270x270.jpg">

    wordpress-favicon

  3. Un grosso miglioramento nella gestione e generazione delle password utente (che non verranno più inviate via mail).
    Per chi vorrà continuare ad usare delle non-password come giulia-82, matrix o 123password dovrà anche spuntare un checkbox prima di poter salvare.wordpress-password-generator
  4. Aggiunto supporto all’editor visuale per alcune sintassi tipiche del Markdown
    Tutte cose che si potevano fare anche attraverso i pulsanti presenti sopra l’editor ma per chi è abituato ad usare Markdown potrà beneficiarne sopratutto in termini di velocità.
    Le sintassi supportate sono:

    • “## nome titolo” per gli h2 (da h2 ad h6)
    • “> testo indentato” per generare un blockquote
    • “- elenco non numero” per generare un tag ul
    • “1) elenco ordinato” per generare un tag ol

    (provatelo che è più semplice a farlo che a spiegarlo)
    wordpress-tinymce-markdown

  5. Migliorato il comportamento responsivo nelle pagine di elenco post (tutte quelle gestite tramite la classe wp_list_table).
    Per chi usa tabblet, smartphone e/o device a bassa risoluzione sarà un miglioramento sicuramente molto comodo in termini di usabilità.wordpress-responsive-admin-table

Anche per gli sviluppatori ci sono un po’ di cose tra cui la suddivisione dei termini nel caso siano presenti in più tassonomie e l’introduzione di “singular.php” nella gestione della gerarchia delle pagine nel caso non siano preseti “post.php” e “page.php”

Se siete in zona ne parliamo dal vito il 14 luglio al WordPress Meetup Torino

 

 

 

 

Categorie
sviluppo wordpress

WordPress: Visualizzare solo i “contenuti” di cui si è autore

Nelle situazioni in cui più persone partecipano alla preparazione degli articoli sullo stesso sito a volte ci si trova davanti ad una grande quantita di contenuti in cui si fatica a filtrare le proprie bozze.

Quando necessario, per semplificare le cose, aggiungo questa piccola funzione che filtra post, pagine e Custom Post Type sulla base dell’utente loggato verificando 3 cose:

  1. se non faccio parte del gruppo “administrator” (gli admin continueranno e vedere tutti i contenuti)
  2. se sono in area di amministrazione
  3. se non sono nella pagina dei media (in modo che possa vedere tutte le foto caricate)

L’hook usato è il “pre_get_posts” che ci permette di aggiungere una condizione prima di effettuare la query rendendo il tutto molto più performante.

Queste poche righe vanno aggiunte nel file function.php oppure linkate tramite un include o require.

Categorie
sviluppo wordpress

WordPress: Impedire l’accesso alla dashboard

Su progetti in cui è richiesta l’autenticazione offerta da WordPress per gestire i contenuti lato frontend non sempre è necessario rendere visibile la dashboard.
Personalmente io arrivo bloccore l’accesso a tutti gli utenti che non hanno i permessi per fare modifiche dei contenuti.

In passato avevo usato il filtro offerto da “login_redirect” come anche indicato in questa pagina del Codex ma se l’utente avesse provato ad accedere alla dashboard dopo aver fatto correttamente il login ci sarebbe riuscito senza problemi.

Ho così cambiato fitro passado ad “admin_init” che mi permette di verificare il tipo di utente ogni volta che si tenta un accesso in una qualsiasi pagina “amministrativa”

Queste le 10 righe di codice:

Categorie
plugins sviluppo wordpress

WordPress: cambiare il permalink della ricerca

Questo è un’altro degli snippets che uso normalmente sui template WordPress che mi chiedono di sviluppare.
Il primo pezzo (template_redirect) si occupa semplicemente di modificare il permalink base delle ricerca da “http://www.nomesito.com/?s=query” a “http://www.nomesito.com/search/query/“.

Con il secondo gestisco il caso in cui NON voglio che la keyword usata per la ricerca sia “search“.
Vado quidi a modificare la “search_base” ed a creare la regola di rewrite.
Ovviamente è necessario rigenerare i permalink in modo che la regola venga gestita correttamente.

Mark Jaquith aveva scritto anche un plugin ma oltre al fatto che non gestiva la modifica della “search_base” preferisco gestirlo via codice includendolo dimanicamente dentro functions.php