usare tar – tar.gz – tar.bz2

GLi usi più comuni di Tar sono:

  1. Creare archivi
    # tar -cvf nome_archivio.tar nome_cartella_da_comprimere
    
  2. Estrarre archivi
    # tar -xvf archivio.tar
    
  3. Elencare il contenuto ( … senza estrarre i file dell’archivio )
    # tar -tf archivio.tar
    

Questo è il significato delle opzioni usate

c: crea un archivio
f: specifica un file da estrarre o da creare
x: estrae un archivio
t: permette di mostrare il contenuto degli archivi
v: dà in output maggiori informazioni sui file 

Non dimentichiamo che tar è un utility che serve solo ad archiviare, non riduce quindi lo spazio occuato dai file.
Considerando che gzip e bzip2 comprimono ma non archiviano possiamo dire che solo coniugando l’uso delle due utility (basta aggiungere una z, gzip, o j, bzip2, alle opzioni del comando tar) possiamo “archiviare” cartelle compresse.

Ecco come fare:

  1. Comprimere archivi con gzip (.tgz o tar.gz)
    #  tar -czvf nome_archivio.tgz nome_cartella_da_archiviare
    
  2. Comprimere archivi con bzip2 (.tar.bz2)
    # tar -cjvf nome_archivio.bz2 nome_cartella_da_archiviare
    
  3. Decomprimere archivi creati con gzip (.tgz o tar.gz)
    # tar -xvfz ./nome_archivio.tgz
    
  4. Decomprimere archivi creati con bzip2 (.tar.bz2)
    # tar -xjvf ./nome_archivio.tar.bz2
    
  5. Listare il contenuto degli archivi compressi
    # tar -ztf nome_archivio.tar.gz
    

Il mio primo post

Finalmente ho finito di installare wordpress ..
l’unica cosa che non ho trovato tanto chiara nel readme di wordpress è che la procedura di installazione prevedeva che il database fosse già creato.

cmq, a parte questo , in 5 minuti ero online.

non sono convito del template ma per il momento è quello che mi ispira di più.