Dropbox regala 1Gb di spazio

Dropbox è un servizio di backup online con sincronizzazione dei file in locale.

In pratica, tramite un programmino che lavora in background, viene messo online tutto ciò che sposto e/o copio in una delle cartelle prefissate, e nel caso ne avessi bisogno ci posso accedere anche attraverso una comoda interfaccia web.

Se apri un account gratuito hai 2Gb a disposizione. Se lo apri tramite il mio referrarls sia tu che io ne avremo 250Mb in più.

A tutto questo si aggiunge il contest che Dropbox ha lanciato in questi giorni e che se  completao, anche nella peggiore delle ipotesi, ti più regalare 1 Gb di spazio un più.

Dato che alcune delle domande non sono proprio immediate vi lascio questo link dove il buon Gioxx ha pubblicato la soluzione.

Mi raccomando: se dovete ancora iscrivervi usate questo link cosi voi avrete un po’ di spazio un più, ma sopratutto ne ragalerete un po’ anche a me…

DrupalCamp Torino 2010 ed il modulo Solr

Che sabato scorso sia andato a sentirmi qualche speech al DrupalCamp l’ho già detto, ma voglio ancora appuntarmi un paio di cose interssanti che ho sentito a che mi piacerebbe approfondire.

Bello il talk di presentazione fatto da horncologne che mi ha dato una visione più completa sulle caratteristiche e funzionalità di Drupal (di cui spero di poter recuparere le slide) ed interessante l’approccio al salvataggio delle configurazione su file, ma quello che mi ha “illuminato” è stato il talk su Solr. (In verità il talk era sul modulo per drupal che ne permette l’interfacciamento questo è un dettaglio… )

Di Solr ne avevo solo sentito parlare ma a suo tempo non ne avevo capito le potenzionalità ed in quali contesti poterlo sfruttare.

Penso che il progetto Apache Solr possa essere definito come un “motore di ricerca” al quale dare in pasto dei dati e che dopo averlo messo nelle condizioni di indicizzarle è in grado di poter restituire i risultati con delle logiche complesse che nulla hanno a vedere con una serie di “select from where”.

Oggi, dopo aver letto qualche documento, ho le idee decisamente più chiare e spero a breve di poterlo utilizzare in un progetto che è in fase di definizione e che potrebbe essere un’ottima occasione per approfondere le problematiche relative alla sua installazione ed alla sua configurazione.

L’interfacciamento in questo caso andrebbe fatto con un applicazione custom che viene valorizzata tramite un plugin per WordPress presente lato amministrazione ma le logiche di hook per l’invio dei dati sarebbero simili a quelle presenti nel modulo Drupal.

Se qualcuno avesse avuto esperienze simili e volesse aiutarmi a fare un plugin “wp-solr” sappia che è il benvenuto…

imapsync: trasferire una casella imap

Imap è una gran bella comodità e quando ti abitui finisci per non poterne fare più a meno.
Se poi sei anche il sysadmin del server che ospita la tua casella e per ovvie ragioni non hai problemi di spazio è come avere una “gmail” ancora più comoda.

L’unico problema è quando arriva il momento di cambiare server.
Ecco che allora ti fai una domanda: “ma io la posta come la sposto da un server all’altro?

Inizialmente ho pensato di fare la migrazione passando attraverso un client (vedi thunderbird) ma la cosa, avendola sperimentata con alcuni clienti, sarebbe stata decisamente lunga….
Continue reading “imapsync: trasferire una casella imap”

WordPress piglia tutto

Il titolo di questo post vuole rifarsi al nome di un vecchio gioco di carte che dava a wordpress all’asso il potere di prendere tutte le carte sul tavolo. Non vi preoccupate, adesso vi spiego meglio cosa voglio dire.

Dall’inizio del 2008 diverse persone hanno deciso di abbandonare il loro sistema di blogging e passare a wordpress.
Tra queste alcuni sono amici come nel caso di Alberto, altri sono personaggi di un certo “rilievo” come nel caso di Gianluca Neri e Massimo Mantellini.

Questa lenta transumanza mi è passata sotto gli occhi senza troppo rumore sino a quando ho letto della migrazione di Apogeo On line.

migrazione-a-wordpress

In questo caso, anche se non saprei dire il perchè, mi ha un po’ sorpreso ed ho iniziato a pensare a come il lavoro di Matt sia ormai arrivato ad un livello di maturazione tale da poter essere usata come CMS a livello professionale.

Non che avessi dubbi sulla validità di questo prodotto e d’altronde anche in occasione del drupal day avevo espresso chiaramente il mio pensiero.

Ovvio che non siamo di fronte alla soluzione universale ma come continuo a ripetere penso che per molte realtà sia sicuramente una validissima alternativa.

Quello che forse in italia manca ancora è un adeguato supporto tecnico in quanto ho l’impressione che siano relativamente poche le società in grado di offrire le competenze necessarie per una personalizzazione di qualità, e se questa mia visione è vera sarà un freno alla sua diffusione in ambienti professionali.

WordPress Holidays Xmas edition

Con il solito ritardo arrivo ad “annuciare” la nuova versione di wordpress holidays (Xmas edition).

wordpress-holidays-xmas-edition

Si tratta di un plugin per wordpress che visualizza un box con una frase di auguri, un immagine contestuale al periodo e l’invito ad iscriversi ai pripri feed.

Nella nuova versione, oltre ad avere aggiunto le immagini “natalizie” sono state inserite delle stringhe di testo personalizzabili al posto dell’unica grossa immagine.
Al momento sono presenti “frasi” di default per la versione in italiano, inglese e spagnola.

Tra le altre cose abbiamo cercato di rendere personalizzabile anche il posizionamento che al momento conta 3 possibili varianti:

  1. in fondo ad ogno post (con la possibilità di escludere la homepage)
  2. usando uno shorcode inserito dentro il testo di pagine o articoli
    [wp_holidays]
  3. inserendo il codice php direttamente dentro il template
    if (function_exists(‘wp_holiday’)) { wp_holiday(); }

Il plugin è disponibile direttamente nell’extend e quindi, per chi ha già fatto l’upgrade alla 2.7, direttamente installabile dall’amministrazione di wordpress.

Riuscire a gestire il plugin usando il repository ufficiale non è stato semplicissimo sopratutto per la gestione delle versioni che permette l’aggiornamento automatico.
Adesso sembra funzionare tutto e per quanto mi riguarda è un piccolo motivo di orgoglio.

Se avete voglia di provare ad usarlo sarei felice di ricevere un vostro feedback e sono ovviamente graditi anche suggerimenti per nuove implementazioni e segnalazioni di bug.

Un grazie a Julius per le immagini ed a Gioxx per il supporto ed il debug.

Arco4web: servizio ERP gratuito

In questo post voglio segnalarvi un ERP (Arco4web), ovvero un gestionale evoluto per la gestione aziendale.
Giusto per essere trasparenti è bene dirvi che ho collaborato personalmente con la software house che lo ha sviluppato, ma voglio sottolineare che NON si tratta di una marchetta.

La nuova versione che vedrà la luce ad inizio 2009 vuole dare uno scossone al settore proponendo una versione gratuita distribuita sotto una logica SAAS.

In pratica una volta scaricato ed installato il client si potra accedere al server, (che risiede nella webfarm di sinapsi). Una volta autenticati si potranno effettuare le varie operazioni come bolle, fatture, ordini clienti, causali contabili, gestione iva, ecc…

Il bello di questa cosa è che una volta installato il client potrò accedere ai miei dati da qualsiasi postazione.
La prima obiezione a questa cosa potrebbe essere il problema della sicurezza dei dati ma per questo è garantito da un “patto” che lascia poco al caso…

Come tutte le aziende anche Sinapsi deve guadagnare qualcosa dal proprio lavoro e così, affianco all’offerta completamente gratuita ne esistono altre che possono interessare a realtà un po’ più grosse.

Vorrei invitare chi fosse interessato a provarlo. La procedura di registrazione è molto veloce ed in caso di problemi o dubbi è presente un bel forum di supporto.

Questo che segue è il video di presentazione, ma sul loro canale youtube sono stati preparati molti screencast in cui vengono presentate la varie funzionalità.

Se vi ho incuriosito potete avere altre informazioni sul sito si Arco4web, magari partendo dala pagina “Cos’è Arco4Web

WordPress 2.7 – update

Questa mattina ho aggiornato questo blog ed anche qua sembra che sia tutto ok.

bacheca-wordpress-27

L’unico “problema” riscontrato è stato con Lighter Menus che se attivato fa “sparire” la barra del menu laterale.
Per arrivare al pagina di gestione plugin, che mi avrebbe permesso di disattivarlo, ho dovuto digitare l’indirizzo manualmente (nomesito.com/wp-admin/plugins.php).

Già che c’ero ho disattivato anche Admin Big Width che con questo aggiornamento è diventato completamente inutile.

Finito l’aggiornamento, fatto con il plugin automatic upgrade, in bacheca avevo un avviso che mi indicava la presenza di un ulteriore aggiornamento: Si trattava della localizzizzazione in italiano.

Ho quindi colto l’occasione per provare l’aggiornamento automatico nativo… che è fallito per problemi di permessi sul server. 🙁
Ho provato quindi a fare un chmod resettando i permessi e questa volta è andato tutto liscio.

Per chi è in hosting questa cosa potrebbe dare qualche fastidio ma qualche giorno ho leggevo di una modifica al file di configurazione che dovrebbe risolvere aventuali problemi.

Concludo con un un piccolo commento che ho chiesto all’amico di ieri.

Molto più chiaro, molto più evidente, molto più intuitivo.

Mi hanno aggiornato WordPress alla versione neonata 2.7 e sembra che i miei blog non subiscano danni gravi.
L’impressione è che l’impostazione delle pagine sia più vicina alle capacità del blogger medio… diciamo non professionista.

All’apertura trovi tutto lì in qualche riquadro ed una banda laterale che fa da menù. Immediata la gestione dei post e delle pagine, dei media e naturalmente dei commenti. Come anche quella dei link presenti nel blog.
Insomma è tutto già pronto nella barra laterale.

Interessante per avere un panorama del proprio lavoro il box col numero di post, pagine, categorie e quant’altro (ma ho il dubbio che mai mi servirà praticamente) e molto interessante il box per il Quickpress. In pratica se avete uno scoop improvviso da pubblicare prima di tutti dovreste essere in grado di farlo (!!!)
Ora naturalmente aspettiamo wordpress 2.7 alla prova dell’uso quotidiano per scoprire cosa è perfetto e cosa invece funzionava meglio prima.

p.s. (importante)
L’impressione è che sia anche un pò più veloce…

WordPress 2.7

Attenzione!!!
E’ stato rilasciato wordpress 2.7.

… lo voglio dire dato che nessuno lo sta facendo e non vorrei che questo importate avvenimento passasse inosservato.

Io l’ho provato sul blog di un mio cliente amico in cui erano stati installati giusto un paio di plugins ed è andato tutto bene.
Prima di procedere all’aggiornamento ho comunque verificato la compatibilità del tema e dei plugins installato dato che alcune vecchie funzioni ormai obsolete sono state rimosse.

Il cambio di interfaccia, di cui molti parlano bene, mi preoccupa molto.
Chi ci lavora ogni giorno si abituerà molto in fretta ma per chi usa usa il blog sporadicamente prevedo parecchia resistenza.

Ormai in molte realtà aziendali wordpress è usato come CMS ed il pensiero di dover programmare un giro di istruzione mi spaventa un po’ in quanto il passaggio alla 2.3 e poi alla 2.5 aveva causato non pochi problemi.

Detto questo penso che aspetterò il prossimo Gennaio per procedere con i vari upgrade.

[polemica ON]Mi chiedo se Matt ha minacciato tutti gli utilizzatori di wordpress invitandoli a scrivere di questa nuove release pena il blocco permanente del blog…
Va bene il news mastering ma non è possibile che milemila persone debbano scrivere la stessa cosa senza aggiungere nulla di nuovo. Almeno un commento personale sarebbe stato gradito. [polemica OFF]

Drupal Day Italia 2008

Nonostante la neve ed i 30′ minuti di ritardo accumulati dal treno sono riusciuto a raggiugere la sede dell’auditorium del politecnico in tempo.

I talk della mattina mi hanno permesso di avere un idea delle tecniche e delle problematiche relative alla costruzione di moduli e template, anche se a conti fatti mi sembra che wordpress regga pittuosto bene il confronto.

La mia senzazione è che worpress renda più veloce la creazione di piccoli plugin anche se devo ammettere che probabilmente nella creazione di personalizzazioni importanti Drupal possa aiutare a scrivere codice più pulito.

Il sistema di template non mi convince ma la mia penso sia una repulsione per tutti i sistemi di template engine.

Curiosa l’idea di integrare lo Zend framework per rendere ancora più portibile il codice fancendo sì che Drupal si occupi solo del rendering ma vedo che anche altri ci hanno già pensato.

Aspetto di sentire il talk su CCK che sembra essere una delle “killer application“…

Con quanto sentito sino ad ora penso che le uniche cose che mi possono spingere ad usare Drupal siano il sistema di cache integrato ed una gestione dei dati più orientata alle tecniche ORM.

Un ultimo appunto sull’organizzazione che forse ha dato un taglio eccessivamente entry-level.

Forse ci siamo

Sembra incredibile ma il momento sembra essere arrivato: sto per mettere su il mio nuovo tema per wordpress.
Sembra ieri ma ne parlavo più di un anno fa, poi millemila cose hanno fatto sì che non ne avessi mai avuto occasione.

miziomon v.5 - wordpress themes
miziomon v.5 - wordpress themes

In questi giorni invece una serie di eventi mi hanno portato a migrare ad Apache2 e mettere su php5 (ho un post in canna a questo proposito), aggiornare wordpress e fare pulizia tra i plugins e categorie.

In questi cambi normalmente c’è sempre qualcosa non funziona: in caso riscontriate problemi vi chiedo quindi di segnalarmelo in modo cha possa provvedere a sistemarlo.
Grazie.

Firefox 3 oltre ogni previsione

Firefox 3 download day

Lo voglio interpretare così: Il clamore mediatico ha generato una quantità di traffico superiore alle aspettative…

Ore 20.30.
In questo momento non risulta raggiungibile neppure spreadfirefox.

Se non riuscite a fare il download e non potete farne a meno lasciate un commento (o contattatemi via IM)…

Notepad++ QuickText

Notepad++ rimane saldamente piazzato al primo posto tra i miei strumenti di sviluppo preferiti.

Giunto da pochi giorni alla versione 4.5, continua a mantenere quell’equilibrio di funzionalità e leggerezza che me lo avevano fatto scegliere a suo tempo.

Ma quello di cui voglio parlarvi oggi è un plugin che ha velocizzato parecchio la scrittura di codice: QuickText

Probabilmente l’ispirazione di questo componente arriva da programmi come textmate o dai sui cloni per l’ambiente windows, ed anche se non raggiunge ancora la loro potenza rimane comunque un ottimo aiuto.

Vediamo in pratica che cosa fa e come lo fa…

Tramite la configurazione di un file di testo (QuickText.ini) posto nella directory di installazione di notepad++ è possibile configurare delle scorciatoie che verranno attivate dalla pressione dei tasti CTRL+INVIO

In questo modo scrivendo semplicemente queste 4 lettere “html” e richiamando il frammento di codice ad esso associato possiamo trovarci in una situazione come questa:

[snippet=4071]

Dopo aver condotto qualche esperimento, al momento questa è la mia versione personalizzata della configurazione per quanto riguarda i tag html più frequenti.

Per chi lo volesse provare il plugin viene installato di default con la distribuzione standard di notepad++ e già nella sua versione base contiene le definizioni per diversi linguaggi.

[tags]text editor, notepad++, textmate[/tags]