Categorie
cinema featured pensieri ... e parole review

Twilight: swarovski vegetariani

Uno nella vita pensa che i vampiri si nutrano di sangue umano ed abbiano problemi ad andare in giro durante il giorno. Poi arriva un film che senza darti nessuna spiegazione trasforma il tuo bel vampiro in uno swarovski vegetariano.

Diciamo subito che ci troviamo di fronte al primo capitolo di una saga che sulla carta sta par pubblicare il “quinto“. Questo per mettere le cose in chiaro ed assere consci di andare a quardare un Herry Potter versione vampiri e licantropi.
A dire le verità le analogie con il personaggio della Rowling non sono tantissime ma l’atmosfera che trasuda a me in qualche modo la ricorda molto.

twilight: swarovski vegetariani

Ma torniamo al discorso del vampiro che in questa occasione vengono disegnati come mostri che si nutrono di sangue animale dalla pelle sberluccicante.
Mi dicono che anche altri scrittori come Anne Rice, l’autrice de “Intervista col vampiro“, ha fatto andare in giro il loro personaggio di giorno ma qua ci troviamo di fronte ad un vero e proprio swarovski che alla luce del giorno “brilla“.
Bhe ecco, se posso sorvolare sul fatto che bevano sangue animale e non umano (i primi vampiri vegetariani della storia), questa cosa della pelle luccicante proprio non riesco a digerirla.