Webmin: (Linux) Web Amministration

Se avete seguito il diario di un installazione sarge minimale avete già installato webmin.
Per chi arriva invece da un’altra direzione ricordo il comando per installarlo ( se usate una distribuzione debian based ).

# apt-get install webmin-core

Prima di accede al nostro webmin e bene controllare il file di configurazione per verificare e/o impostare gli accessi.

Se avete installato mc potete usare il seguente comando:
#mcedit /etc/webmin/miniserv.conf
( se non avete mc qualsiasi altro editor di testi va bene … )

All’interno di miniserv.conf dovremmo trovare una riga come questa
allow=127.0.0.1
Questo vuol dire che solo la macchina su cui è installato webmin può accedere.

 A questo punto possiamo scegliere cosa fare:

  1. se tutti possono accede possiamo commentare o eliminare la riga
  2. se solo determinati ip possono accede gli aggiungiamo dopo il 127.0.0.1
    ( separati da spazi)
  3. se tutta la nostra rete può accedere ma non il resto del mondo
    aggiungiamo qualcosa del tipo 192.168.1.0 ( zero finale )
    ovviamente voi inserirete i dati della vostra rete

Una volta salvato dobbiamo far ripartire il servizio
#/etc/init.d/webmin restart

Bene adesso da qualsiasi browser possiamo digitare
https://ipwebmin:10000

Fate attenazione che Webmin lavora in https alla porta 10000 ( se non cofigurato diversamente )

Dovremmo vedere una schermata di login ( logghiamoci come root ).

A questo punto la prima cosa da fare è aggiornare webmin all’ultima versione, andiamo su  ("webmin configuration") e poi ("upgrade webmin")

Senza modificare nessuna impostazione premiamo il pulsante ("upgrade webmin") e aspettiamo che il nostro sistema si colleghi al sito di webmin, scarichi ed installi la nuova versione.

La pagina si aggiorna ed inizia il download. ( questa operazione potrebbe durare diversi minuti, ci sono circa 8mb da scaricare)

Una volta terminato il download, parte in automatico l’installazione, lasciamolo fare ….

Al fondo della pagina webmin potrebbe rilevare che alcuni plugin sono da aggironare con affianco un bel link per fare tutto in automatico …

Attenzione quindi a non usare il link sottostante ( "return su webmin configuration" ).

Nel caso non lo avessimo usato ( 🙁 ) nella stessa pagina dove abbiamo fatto partire l’aggiornamento generale ("upgrade webmin") troviamo anche la sezione riservata all’aggiornamento dei moduli ("Update modules now").
Deselezioniamo ("Only show which modules would be updated") e clicchiamo su ("update modules").
Terminata anche questa fase possiamo tornare alla ("webmin configuration").

Sempre nella stessa pagina  troviamo ("Language") che come potete intuire ci permette di cambiare la lingua con la quale webmin ci comunica le cose.

Bene a questo punto abbiamo webmin aggiornato con tutti i moduli stadard installati che ci parla in italiano.
Attenzione però che webmin non è la panacea di tutti i mali … certo ci può aitare a configurare molti servizi , ma è bene sapere quello che si sta facendo ed utilizzarlo come strumento per velocizzare le operazioni di configurazione.

Per la spiegazione di ogni singolo modulo vi rimando ai link sottostanti

Link di riferimento:

  1. Sito ufficiale di Webmin
  2. Managing Linux Systems with Webmin ( .pdf ~ 5mb )

Pubblicato da .:: Maurizio Pelizzone

WordPress Lover

Unisciti alla discussione

2 commenti

  1. sei un grande…..mi hai aiutato tantissimo nel mio percorso formativo……continua così………….ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.