Installare WebMin su Debian etch

Su segnalazione di Riccardo, scopro che WebMin non è presente sui reposity ufficiali dell’ultima release di debian (etch).

Webmin: web-based interface for system administration for *nix

Per chi non lo conoscesse, WebMin è uno strumento che fornisce un’interfaccia per l’amministrazione del sistema accessibie via browser che permette la configurazione e la gestione di molti servizi con un interfaccia un po’ più user-friendly della classica shell.

Giusto per citarne qualcuno, ecco alcuni dei servizi amministrabili via WebMin: apache, samba, dhcp, iptable, ecc..

Probabilmente alcuni preferiscono fare tutto attraverso un server ssh, ma a volte, sopprattuto per i servizi che non configuriamo quotidianemtne può risultare utile uno strumento accessibile via web.

Arrivati a questo punto, dopo aver preso coscienza che questa volta apt-get non ci risolve il problema, se decidiamo che vogliamo usare WebMin, possiamo procedere con un’installazione un po’ più manuale …

Prima di andare avanti apro una piccola parentesi per parlarvi della “poca” sicurezza che è intrinseca nelle applicazioni web.
Quello che voglio dire è che quando si lavora attraverso il protocollo http le informazioni viaggiano in chiaro, quindi se decidiamo di amministrare il nostro server da remoto ( opzione abilitata di default su WebMin ) dobbiamo renderci conto che i nostri dati (e quindi anche le nostre password) sono alla portata di un qualsiasi sniffer.

Fortunatamente WebMin oltre al protocollo http gestisce anche https che garantisce un buon livello di crittografia, ma per abilitarlo, dobbiamo avere installato sulla nostra debian etch la libreria Perl SSLeay.

Tradotto in pratica … installiamo prima questa libreria:

# apt-get install libnet-ssleay-perl

Bene, adesso siamo pronti installare WebMin con il supporto https. 🙂

Prima di tutto scarichiamo il tar.gz sulla nostra macchina:

# wget http://nomeserver/webadmin/webmin-1.340.tar.gz

( ovviamente nomeserver va sostituito con l’indirizzo di uno dei mirror di disponibili … )

Dopo aver effettuato il download di circa 15mb … scompattiamo …

# tar zxvf webmin-1.340.tar.gz

… e lanciamo il setup:

# ./webmin-1.340/setup.sh

Questo è il log di una mia installazione di prova.

Bene, a questo punto l’installazione è terminata, e WebMin vi sta aspettando in https sulla porta 10000.

Nel mio caso digitando https://192.168.1.62:10000/ da una macchina remota mi trovo di fronte al login.

Per migliorare ulteriormente la sicurezza vi suggerisco di leggere questa pagina, di limitare l’accesso da un range di ip il più stretto possibile e di cambiare la porta di default su cui è in ascolto.

Ecco alcuni screenshot della mia installazione:

Webmin System Information
Webmin configurazione

webmin accesso ip controllato
Webmin configurazione server ssh

Link di riferimento: webmin , install webmin

Pubblicato da .:: Maurizio Pelizzone

WordPress Lover

Unisciti alla discussione

10 commenti

  1. no, controindicazioni no.

    la mia scelta è dovuta al fatto che essendo webmin solo una dir con dei file scritti in perl voglio gestire i futuri aggionamenti tramite la sua interfaccia web.

    con l’utilizzo del .deb, devi continuare a passare gli aggiornamenti tramite dpkg altrimenti viene su un casino …

    quindi la scelta di non usare il .deb è (per quanto discutibile) è ponderata.

  2. basta scaricare dal sito il dile .deb,
    lanciare dpkg -i web….. .beb
    ti darà un’errore perch’ non trova dei pacchetti per la sicurezza
    allora ..

    apt-get install -f

    e il gioco e’ fatto!!!

  3. ciao
    ho seguito la procedura per installare webmin 1.500.tar.gz solo che quando mi connetto alla porta 10000 mi dice che nn può connettersi.
    mi sono connesso alla porta 10000 in https
    mi da questo risultato
    ***********************************************************************
    * Welcome to the Webmin setup script, version 1.500 *
    ***********************************************************************
    Webmin is a web-based interface that allows Unix-like operating
    systems and common Unix services to be easily administered.

    Installing Webmin in /root/webmin-1.500 …

    ***********************************************************************
    Webmin uses separate directories for configuration files and log files.
    Unless you want to run multiple versions of Webmin at the same time
    you can just accept the defaults.

    Config file directory [/etc/webmin]:

    non è che devo fare qualche altra cosa per caso?
    grazie

  4. ciao Maurizio,
    al secondo tentativo è andato tutto a posto. ad ogni richiesta dovevo solo premere invio…
    🙂
    senti avresti mica un link per la guida di webmin in italiano o inglese possibilmente in pdf per configurare apache, bind, posta ecc.?
    Grazie

  5. Ecco qualche link che può servirti come punto di partenza:

    http://www.webmin.com/books.html
    http://articles.sitepoint.com/print/webmin-linux-administration-1
    http://www.scribd.com/doc/3441325/Webmin-User-Guide
    http://linux.html.it/articoli/leggi/1253/amministrare-linux-con-webmin/
    http://doxfer.com/Webmin/Modules

    Se posso permettemi un parere per la configurazione di un webserver / mailserver ispconfig mi sembra però più adatto.
    Io lo uso da parecchio tempo e mi trovo molto bene….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.