Cose da approfondire per il 2013

 

 

Buon 2013 a tutti…

Sulla traccia di questo post faccio anche io una piccola (e velocissima) lista delle cose che in questo 2012 ho iniziato ad usare (alcune in maniera molto superficiale) ma che mi piacerebbe approfondire nei prossimi mesi ed usare nel maggior numero di progetti.

  1. Symfony
    Di questo framework se ne è parlato tanto ed anche se ne sono nati altri forse altrattando validi per quello che mi riguarda è il punto di riferimento. Con alcune delle sue librerie ho già avuto modo di approfondire ma non ho ancora affrontato progetti complessi.
  2. Composer e GitHub
    In questo caso il proposto e di rilasciare alcuni progettini relativi a WordPress su GitHub usando Composer per le dipendenze aggiungendo un po’ di documentazione per renderli usabili anche da altri.
  3. Bootstap
    Tra i framework responsivi ho scelto questo. Usato già per qualche sito vorrei renderlo uno standard in tutti i futuri progetti.
  4. NodeJs
    Questa invece è una di quelle cose che vorrei provare ad usare ma non è ancora capitato il progetto giusto.

Oltre a questi grossi nomi ci sono anche alune librerie Javascipt di cui da tempo ho salvato il link tra i miei segnalibri (e di cui in parte vi avevo già scritto) ma  che sono rimaste tra l’elenco delle “cose interessanti da vedere”

  1. Backbonejs Una sorta di MVC per Js
  2. Underscorejs Una libreria di supporto a Backbone e Jquery
  3. Chosen un piccola libreiria per rednere le select più carine (di cui vi lascio anche il link per un’utile implementazione con l’admin di WordPress)
  4. D3 Un strumento per generare grafici (anche se detto in questo modo è quasi riduttivo)
  5. Ace Editor si tratta dell’editor usato da Github per le gist. Fa Syntax highlighting, indentazione automatica del codice, gestisce il drag and drop ed un sacco di altre cose.
  6. jQuery Gantt questo invece vi può servire se avete bisogno di generare dei Gantt.

Come sempre se avete progetti interessanti da suggerire e segnarare siete i benvenuti.

WordPress Hardening [wordcamp bologna 2012]

E per chi se lo è perso ecco le slide di sabato scorso al WordCamp Bologa dove si è parlato di WordPress e sicurezza.

In breve si tratta di qualche semplice spunto per rendere più difficile l’utilizzo di un qualsiasi exploit che è possibile mettere in pratica senza l’installazione di plugins.
Questa è una versione aggiornata e migliorata rispetto a quella presentata il giugno scorso.

… e se le slide non vi bastano prossimamente saranno anche pubblicati i video dei singoli interventi.

update: qui il link per scaricare il file .htaccess di cui parlo nelle slide

 

 

Settembre 2012

Ci siamo. Le vacanze sono ormai solo un ricordo e si ricomincia con la solita routine.

Che poi Settembre è un mese particolare. Come dicono altri è un po’ capodanno.

Ora, giusto per lastricare un po’ le strade dell’inferno, parliamo dei “buoni propositi“.

Ci sono un paio di progetti come la pubblicazione di qualche template WordPress su ThemeForest che spero di concretizzare entro l’anno, ci sono alcune importanti collaborazioni che sono iniziate e che spero diventino più solide e ci sono un po’ di lavori da chiudere che sono rimasti appesi da ormai troppe settimane.

Nel breve periodo ho anche due belle occasioni di incontro:

La prima è durante la settimana della Social Media Week  dove il 25, 26 e 27 Settembre sono tra i relatori di questo talk: WordPess: Soluzioni e Idee per Startup e piccole/media imprese

La seconda, un po’ più tecnica, sempre a Torino in occasione del Symfonyday (5 ottobre): Come usare i componenti di Symfony2 dentro WordPress e vivere felici

Bene ora sapete tutto. E poi ricordatevi anche che a fine mese è il mio compleanno.

PHP.TO.START 2012

Il PHP.TO.START è una conferenza sul linguaggio open source PHP che si tiene ogni anno a Torino. La conferenza è organizzata dall’associazione Indigeni Digitali, dal PHP User Group Torino e da Skuola.net

Alle 16.00 presento un talk: “WordPress – l’abc per gli sviluppatori”.

Queste le slide:

update:
è bello vedere che qualcuno ha addirittura preso appunti su quanto detto…
su gianarb.it un piccolo riassunto delle cose dette

Finalmente è arrivato WordPress 3.1

Da poche ore è disponibile il download dell’ultima versione stabile di WordPress.
Parecchie le novità ad anche se c’è chi dice che non sia nulla di rivoluzionario io non la penso così..

Il changelog è bello corposo ed una lettura attenta evidenza che per chi sviluppa con Custom Post Type e tassonomie i miglioramenti sono parechi.

In particolare avremo la possibilità di fare query con tassonomie multiple (cosa che prima era possibile solo con questo plugin) e di definire permessi, menu ed etichette durante la registrazione di un nuovo Custom Post Type (parametri capability_type, show_in_menu e menu_name ).

Altra grossa novità sono i post_format che ci permetteranno di personalizzare la visualizzazione dei contenuti.

Per tutto il resto leggete qui, qui e qui.

Bene, adesso fate un bel respiro ad andate ad fare l’update…

La poliedricità di WordPress

Ecco… finalmente ho messo su slideshare la mia presentazione fatta sabato scorso al Go!WebDesign di Padova.

Preparandola ho cercavo per diversi giorni un termine che potesse descrivere la versatilità di WordPress ed alla fine, dopo aver letto la la definizione che si può trovare googlando: “che possiede molteplici aspetti, capacità, interessi; multiforme” ho scelto poliedrico.

Penso che sia un aggettivo che possa rappresentare adeguatamente le svariate applicazioni d’uso nei più diversi contesti.

Nei prossimi giorni sarà disponibile anche lo screencast con la parte di demo e configurazione…

…e se vi è piaciuta, non dimenticatevi di farci un bel “mi piace”!!

Go!WebDesign: Padova, 12 Febbraio 2011

Siamo così arrivati alla 3° edizione dal Go!WebDesign ed anche questa volta ho il piacere e l’onore di essere stato invitato come speaker.

Il mio talk sarà focalizzato sull’utilizzo di WordPress in diverse situazioni: come catalogo prodotti, come sito di annunci, come sito di news multiautore, ecc….
In pratica vedremo come sia semplice organizzare diversi tipi di contenuti e personalizzare come questi debbano essere visualizzati.

Inoltre verrà fatta una panoramica su una serie di template che possono essere un buona base di partenza per la realizzazione di uno di questi progetti.

Ad oggi ci sono ancora 9 posti disponibili quindi, se siente interessati, è meglio che non rimandiate ulteriormente ed andiate subito a registrarvi.

Se siete in dubbio posso dirvi che il programma sembra molto interessante e la location è molto carina.

Ci vediamo quindi a Padova, il 12 Febbraio alla terza edizione del Go!WebDesign.

Gennaio 2011: il mese dei CMS

Questo 2011 sembra iniziare nel migliore dei modi…

Dal 5 Gennaio Drupal 7 è disponibile per il download e prima di fine mese sarà rilasciato WordPress 3.1 e Joomla 1.6.

Non posso che essere contento di tutto questo e sperare che le nuove funzionalità introdotte migliorino la qualità dei siti realizzati in questo 2011.

Qui sotto il video di presenzazione realizzato dal team di Drupal.

Chiudo segnalando una delle caratteristiche del nuovo Drupal7 che mi ha particolarmente incuriosiscono (anche se ancora non mi è chiaro come sarà possibie l’integrazione con template pensati in html5): l’adozione della sintassi RDFa

Risorse WordPress in italiano

La quantità di persone che usano WordPress in italia continua ad aumentare merito anche della quantità e delle qualità delle risorse in italiano che sono nate negli ultimi tempi.

Qualche anno fa era anche partito un progetto di raccolta per le fonti italiane (WordPress Planet Italia) che però ultimamente vedo poco aggiornato.
Per questo motivo da qualche mese sto raccogliendo una serie link dove spesso mi capita di trovare del materiale interessante.

Quello che segue è quanto trovato sino ad oggi:

Continue reading “Risorse WordPress in italiano”

WordPress e qualità: sistemi di cache manuali

Per parlare di qualità, tra le tante cose, si devono definire requisiti ed obiettivi e poi trovare degli indicatori per poterli misurare.
Io sto cercando di intrudurre una serie di linee quida nel mio modo di sviluppare ad una di queste si riferisce alla velocità ed al numero di query con cui vengono generate le pagine.

 

Gli indicatori che mi danno la misura e mi permettono di capire se sto rispettando i miei requisiti sono di tre tipi:

  1. Lato browser: YSlow, Page Speed ma anche il pannello “Net ” di Firebug. Con questi verifico i tempi di caricamento dei singoli componenti della pagina ed eventuali colli di bottiglia nel caricamento di js.
  2. Lato server: XHProf . Si tratta di un profiler gerarchico per verificare i tempi di esecuzione di ogni singola funzione.
  3. Lato WordPress: Debug Query e Debug Object. Tramite questi plugin ho sotto controllo il numero di query ed un dettaglio dei singoli oggetti interni a WordPress.

E’ ovvio che uno dei primi livelli di ottimizzazione sia l’intruduzione dei sistemi di cache.
Un uso appropriato può farci risparmiare diverse query e parecchi ciclo di CPU ma dato che in molti hanno già parlato dei plugin che possono aiutarci nella gestione “semiautomatica” della cache vado oltre e vi segnalo solo un articolo fatto da qualcuno che si è anche preoccupato di andare un po’ più a fondo preparando qualche test.

Continue reading “WordPress e qualità: sistemi di cache manuali”

WordPress come alternativa a Delicious

Prima dicono che delicious sia destinato a morire poi che (forse) rimarra attivo ma che cambieranno server (e sponsor) in quanto per yahoo non è più “strategico”.
Comunque vada a finire io ho 1325 bookmarks selezionati e taggati che mi dispiacerebbe perdere.

Come hanno già fatto altri ho esportato il mio file e cercando un’alternativa mi capita di leggere attraverso un post di Paolo del sistema di bookmarklet integrato in WordPress.

Decido quindi di fare un paio di esperimenti e dopo essermi creato un installazione in locale, aver selezionato un tema appropriato e configurato un plugin sono arrivato a questo risultato.

Per l’importazione dei link di Deliciuos su WordPress ho notato che passando da un file OPML si perdono i tag ma c’è chi ha preparato un plugin per l’importazione via XML.
Fate attenzione che se volete recuperare il file in formato XML bisogna passare tramite le API usando questo indirizzo (sostituendo utente e password con quelle del vostro accout):

https://user:password@api.del.icio.us/v1/posts/all

Per averci “giocato” un paio d’ore sono molto soddisfatto ma mi piacrebbe fare un paio di modifiche al template per mettere l’elenco delle tag su più colonne e riorganizzare le dimensioni tagcloud. Valuterò nei prossimi giorni se mettere il tutto su un server di produzione ma sono un po’ preoccupato per le perfomance che in locale non danno problemi ma temo per il carico del database su query con filtri a tag multiple.

Un grazie a Stephanie per l’idea ed il template.