La risposta di programmazione.it

Riporto la risposta di Filippo Fadda alla mia mail di qualche giorno fa

Bungiorno Sig. Pelizzone,

premetto che ho qualche riserva sulla licenza Creative Commons, dovuta più che altro allo
scorretto comportamento di alcuni editori minori italiani, non alla licenza in quanto tale.
Bisognerebbe infatti definire bene quali siano gli “scopi commerciali” citati in licenza, per
evitare che siti fuorilegge, che di fatto sono quotidiani con finalità di lucro, ma non
risultano iscritti presso nessun registro, abusino delle informazioni che altri, in regola,
producono di proprio pugno, sostenendo un costo.
Le mie riserve naturalmente sono riferite a quei contenuti retribuiti di cui Programmazione.it
detiene il copyright. Discorso diverso vale per tutti i contributi volontari e gratuiti, i cui
diritti, salvo diversi accordi, sono detenuti dai singoli proprietari, liberissimi di rilasciare i
propri articoli sotto Creative Commons ed anzi, da noi incentivati a farlo attraverso un contest
che stiamo organizzando e che dovrebbe partire in Novembre.
La pagina dei contatti in questo momento punta a quella della pubblicità perché il sito è in alfa
e ci sono ancora molte sezioni incomplete, come sicuramente avrà potuto notare. Saremo on line
con una versione più o meno definitiva in Settembre.
Io comprendo il suo sfogo, ma se le notizie sono coperte da copyright è perché già più di un
furbacchione ha pensato di usarle per i propri scopi. E’ facile crescere con un po’ di marketing
e contenuti terzi, difficile è produrre quei contenuti, e ancor di più lo è creare un network
sinergico che collabori attivamente per il libero scambio e la diffusione della conoscenza.
Purtroppo in giro ci sono troppi “furbi” o presunti tali, dai quali bisogna in qualche modo
difendersi e lo strumento è il copyright. Noi non chiediamo alcun soldo per la fruizione delle
informazioni e concediamo l’uso del materiale per fini scolastici e formativi. Vogliamo soltanto
evitare che qualcuno viva e prosperi sulle nostre spalle.
La ringrazio per avermi contattato e la invito a farlo qualora lo ritenesse opportuno.

Colgo l’occasione per salutarla cordialmente.

-Filippo Fadda

Sono molto contento di questa mail e apprezzo molto il fatto che mi abbia risposto.
Spero nei prossimi giorni di avere tempo per scrivere due righe di commento alla sua risposta.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.